Condividi su

Infiltrazioni nell’appartamento locato e riduzione dei canoni di locazione


La Cassazione respinge il ricorso di un conduttore che lamenta il verificarsi di infiltrazioni derivanti da parti comuni (cornicione e copertura) che non sarebbero riconducibili a molestie di fatto ex art. 1585 c.c., ma vizi sopravvenuti della cosa locata ai sensi del combinato disposto degli articoli 1578 e 1581 c.c. o come difetti di manutenzione del locatore ex art. 1576 c.c. rispetto ai quali è configurabile il generale obbligo di vigilanza e di custodia dalla cosa locata, che grava sul locatore. Secondo il conduttore tali infiltrazioni avrebbero giustificato una riduzione compensativa del canone locatizio.

Cassazione 13879 del 19 maggio 2023

Scarica la sentenza