Come ottenere il risarcimento dei danni da sinistro stradale con indennizzo diretto


Perché si possa chiedere il risarcimento con l'indennizzo diretto occorre che:

  • il sinistro abbia coinvolto solo due veicoli che devono essere identificati e immatricolati in Italia e che abbiano una assicurazione in vigore;
  • dal 1° gennaio 2023 è possibile l'indennizzo diretto anche se la Compagnia è straniera ma opera in Italia;
  • se dal sinistro sono derivate lesioni, le stesse non devono essere superiori al 9% di invalidità permanente;
  • se nel sinistro è stato coinvolto un ciclomotore il risarcimento diretto sarà possibile solo se il mezzo è stato immatricolato dopo il 16 giugno 2006;
  • è necessario che vi sia stato un urto tra i mezzi.

Cosa fare per ottenere il risarcimento dei danni?

Quando capita un sinistro stradale entro 3 giorni è necessario fare la denuncia presso la propria Assicurazione inviando il modulo di Constatazione Amichevole di Incidente (detto anche CAI) con l'indicazione della dinamica del sinistro, i dati delle parti coinvolte e, se possibile, con la firma di entrambi i conducenti. Nel caso in cui il conducente dell'altro veicolo non sia d'accordo con la dinamica dell'incidente, la firma riportata sul CAI sarà solo quella del cliente dell'Assicurazione.

Quali dati bisogna indicare nella denuncia?

Quando si deve fare la denuncia alla propria assicurazione occorre allegare il modulo CAI ed è necessario anche:

In caso di danni a cose:

  • chiedere il risarcimento dei danni
  • presentare il preventivo di riparazione del mezzo danneggiato
  • indicare i dati delle persone coinvolte
  • indicare i dati dei mezzi coinvolti
  • indicare le Compagnie di Assicurazioni che coprono entrambi i mezzi
  • indicare il luogo in cui il mezzo danneggiato è disponibile per la perizia

In caso di lesioni:

  • chiedere il risarcimento dei danni
  • presentare i certificati medici di Pronto Soccorso e quelli successivi fino alla guarigione
  • indicare l'età, il codice fiscale e il reddito del danneggiato
  • indicare tutti i dati delle persone coinvolte, la dinamica del sinistro, la presenza di eventuali testimoni

Più le indicazioni sono precise e complete e prima la Compagnia di Assicurazione dovrà risarcire il danno. Quando mancano elementi ritenuti importanti, infatti, l'Assicurazione invita il danneggiato a completare i dati e prende altri 30 giorni di tempo.

Entro quanto tempo vengono risarciti i danni?

La Compagnia di Assicurazione ha dei tempi da rispettare e deve formulare un'offerta risarcitoria al danneggiato:

  • entro 30 giorni se ci sono solo danni a cose con modulo CAI compilato e firmato da tutti i soggetti coinvolti;

  • entro 60 giorni se il modulo CAI è firmato solo dal cliente;

  • entro 90 giorni se dal sinistro sono derivate anche lesioni.

Come vengono quantificate le lesioni?

Nel caso in cui dal sinistro si siano anche verificate le lesioni verrà formulata un'offerta di risarcimento sulla base dei giorni di prognosi che risulta dai certificati medici oltre, se evidente, la valutazione del danno biologico che è residuato alla fine delle cure.

Per verificare la congruità dell'offerta formulata è necessario rivolgersi ad un avvocato specializzato nella gestione dei sinistri stradali che sappia come tutelare i tuoi diritti.