Quando uno dei due coniugi non riesce a trovare un accordo con l'altro per la separazione, ovvero quando non ha intenzione di separarsi o ancora quando ritiene vi siano gli estremi per chiedere l'addebito, un assegno di mantenimento, l'assegnazione della casa coniugale o l'affidamento esclusivo dei figli, è necessario procedere con una separazione giudiziale.
Capita troppo spesso che le condizioni previste in sede di separazione o di divorzio, siano esse consensuali siano esse stabilite dal Giudice, si rivelino troppo onerose dal punto di vista economico.
Sempre più spesso oggi le persone iniziano una convivenza di fatto prima o in luogo del matrimonio. Decidono di condividere un progetto di vita comune, fare acquisti anche importanti cointestando i beni, ovvero allargando la famiglia di fatto con i figli.